Comitato Regionale
Trentino
News
2017: un anno di successi per il nuoto trentino
lunedì 26 febbraio 2018

Anche quest’anno il Comitato Fin Trentino ha celebrato la Festa del Nuoto, per ricordare successi che sono arrivati nel corso della passata stagione, quest’anno ritardata a causa del trasloco nella nuova sede che come sapete, è presso la Casa dello Sport al 2° piano di Sanbapolis.
Il 2017 è stato l’anno della consacrazione per ARIANNA BRIDI che si è confermata tra le migliori atlete del Mondo: ha vinto la classifica di Coppa del Mondo nella 10 km, grazie a due medaglie di bronzo, una d’argento ed altri ottimi piazzamenti. È stata la migliore Atleta italiana nel Fondo portandosi a casa due medaglie di bronzo dai Mondiali in Polonia. Il 2018 che l’attende è un anno di costruzione, visto che ogni gara ed ogni allenamento sarà finalizzato al raggiungimento della qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo. L’obiettivo è quello di ottenere un buon piazzamento ai Campionati Europei di Glasgow nel mese di agosto e di arrivare tra le prime 10 del Mondiale 2019.

Ad Arianna, ATLETA DELL’ANNO 2017, non possiamo che augurare il meglio e grazie ai risultati ottenuti quest’anno e a quelli degli anni precedenti” - ha commentato il Presidente del Comitato Fin Trentino Mario Pontalti ricordando anche i 3 titoli italiani assoluti, una medaglia di bronzo agli Europei e vari podi di Coppa del Mondo” - ha contribuito a diffondere anche a Trento e in provincia una disciplina che in pochi praticavano, quella del Nuoto di Fondo. Oggi i praticanti sono aumentati e ci sono molti i ragazzi e ragazze che si cimentano nelle prove più lunghe (3000 e 5000 m) con soddisfazione".
Tra le giovani promesse c’è anche LETIZIA BALDESSARI atleta della Rari Nantes Trento, compagna di squadra di Arianna, che ha vinto la medaglia d’oro ai Campionati Italiani nei 3.000 metri. Visti i risultati in questo Settore il Comitato oltre al Campionato di Fondo Indoor ha organizzato per la prima volta, in collaborazione con il Circolo Nautico di Caldonazzo, un Campionato Estivo di Fondo sul lago di Caldonazzo.

Una citazione particolare va ancora a FRANCESCA DALLAPÉ, che in occasione della FESTA DEL NUOTO ha voluto essere presente per testimoniare la propria passione e premiare i giovani atleti. Dopo la medaglia d’argento conquistata alle Olimpiadi di Rio de Janeiro ha puntato su “altri traguardi” visto che è diventata mamma di Ludovica. Ha ripreso ad allenarsi e da parte di tutto il Comitato Fin Trentino è l’augurio che la sua passione e la sua tenacia le siano ancora di stimolo per continuare sul trampolino e per trasmettere ai più giovani la bellezza di questo sport. Si ricorda inoltre che Francesca è stata per otto volte consecutive Campionessa Europea dal 2009 al 2016 (Torino 2009, Budapest 2010, Torino 2011, Eindhoven 2012, Rostock 2013, Berlino 2014, Rostock 2015, Londra 2016), ha vinto 2 Argenti ai Campionati Mondiali (Barcellona 2013 e Roma 2009), ed ha partecipato a tre edizioni delle Olimpiadi, delle quali l’ultima a Rio de Janeiro conquistando appunto la medaglia d’argento.

Passando al NUOTO IN VASCA il 2017 ha portato soddisfazioni ai Campionati Italiani Giovanili ed Assoluti, con sempre più atleti qualificati e con il raggiungimento di parecchie finali. Oltre a quelle di Arianna, tre sono stati gli Atleti sul podio:
LETIZIA BALDESSARI della Rari Nantes Trento ha vinto la medaglia d’oro nei 3.000 metri nel nuoto di fondo per la categoria ragazze 2003
SARA GUSPERTI dei Nuotatori Trentini ha conquistato la medaglia d’oro nei 50 rana e quella di bronzo nei 100 rana per la categoria junior
E tra i maschi MATTIA SANTI dei Nuotatori Trentini ha vinto il bronzo nei 200 misti cadetti.

Non sono pochi gli atleti trentini di Nuoto, Tuffi, Nuoto di Fondo, Nuoto per Salvamento, che hanno indossato la maglia Azzurra, meritando la convocazione nelle rappresentative nazionali e che hanno partecipato alle più prestigiose manifestazioni, Olimpiadi comprese o che hanno conquistato il titolo tricolore. Complessivamente, IN TUTTA LA STORIA DEL NUOTO TRENTINO, si contano 7 partecipanti alle Olimpiadi, 10 ai Mondiali, 22 agli europei, 5 alle universiadi, 8 ai giochi del mediterraneo, 39 campioni assoluti, centinaia ai campionati giovanili.
Nel corso della passata stagione, nel nuoto agonistico, sono stati così migliorati - 167 - tra Record e Migliori Prestazioni Regionali o Provinciali.
I numeri confermano il nostro primato come Provincia con il maggior numero di Società in rapporto alla popolazione (nel 2017 erano 17 ed altre stanno per aggiungersi e tutte hanno ottenuto la Licenza di Scuola Nuoto Federale, rappresentando così dei presidi tecnici su tutto il territorio che garantiscono la promozione e lo sviluppo sia dell’attività Amatoriale, sia di quella Agonistica, imperniata sul connubio formazione-agonismo.
In SERIE A2 i maschi della NUOTATORI TRENTINI hanno conquistato uno storico primo posto nella classifica nazionale di Società.

La BUONCONSIGLIO NUOTO è nella classifica nazionale delle squadre italiane del Settore TUFFI e, con soddisfazione, vediamo le Società Rari Nantes Trento, Amatori Nuoto Fiemme, Nuotatori Trentini, Rari Nantes Valsugana e 2001 Team impegnarsi anche nel Nuoto Sincronizzato, con la partecipazione ed organizzazione di varie importanti manifestazioni.

Nella classifica Nazionale del Settore NUOTO DI FONDO anche quest’anno si è ben classificata la RARI NANTES TRENTO.
Prosegue con fervore l’attività di PALLANUOTO per la quale abbiamo organizzato, in collaborazione con il Comitato dell’Alto Adige il primo Campionato regionale agonistico con sette squadre iscritte che hanno partecipato ai campionati giovanili: under 11, Under 15 e Under 17 vinti dalla Rari Nantes Trento. I club che si sfideranno in vasca sono quest’anno aumentati Rari Nantes Trento, Buonconsiglio Nuoto, Nuotatori Trentini, Leno 2001 di Rovereto, Bolzano Nuoto e Merano Pallanuoto.

Soddisfazioni arrivano anche dalla disciplina del NUOTO PER SALVAMENTO: la società AMICI NUOTO RIVA si conferma ai vertici nazionali, con molti atleti medagliati ai Nazionali Giovanili ed Assoluti ed una convocazione agli Europei per NICOLO’ DI TULLIO, che ha vinto un bronzo con la STAFFETTA AZZURRA.

Ma a fronte a questi interessanti risultati, rimane pur sempre da affrontare l’eterno “dilemma” della mancanza di impianto interamente dedicato agli sport acquatici. Lo scorso 23 novembre il Consiglio Comunale ha finalmente approvato la realizzazione della nuova piscina presso l’Area sportiva delle Ghiaie, una scelta che interessa non solo la nostra città ma anche tutta la provincia di Trento. La nuova piscina sarà una struttura moderna dotata di vasche da 51,5 x 25 metri, con un 'pontone' per gestirla al meglio secondo le necessità e una vasca da 25 metri con profondità idonea per i tuffi con i trampolini e tetto modellato per garantire la piattaforma da 10 m, il taglio del nastro è previsto tra il 2021 e il 2022.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Sindaco di Trento Andreatta e quanti, all'interno del Consiglio Comunale, hanno contribuito a far si che le esigenze della città e del mondo natatorio trentino vengano accolte. Speriamo che la nuova piscina porti nuovo fervore per il nostro movimento e permetta a tutte le discipline di avere pari spazi e dignità.

Ritornando ai risultati agonistici vorrei citare due Tecnici trentini che ci rappresentano a livello internazionale, ovvero GIULIANA AOR, tecnica della Buonconsiglio Nuoto che ha portato la sua allieva Francesca Dallapé alla medaglia olimpica e ora è alla ricerca di nuovi talenti. Proprio quest’anno è stata insignita dalla Federazione Italiana Nuoto della prestigiosa Palma d'Argento per il complesso dei risultati sportivi ed inserita nello staff della Nazionale Azzurra per i tuffi a livello giovanile.
WALTER BOLOGNANI prima alla guida della Rari Nantes Trento e Tecnico ormai da molti anni delle Nazionali Giovanili di nuoto, che dobbiamo ringraziare per la preziosa opera di consulenza nei confronti del Settore Tecnico del Comitato e dei Progetti in atto.
Una menzione particolare va anche ad un Tecnico d’adozione FRANCESCO SCANNICCHIO punto fermo del Settebello come video analyst della nazionale di Pallanuoto maschile, tecnico delle squadre giovanili di pallanuoto della Rari Nantes Trento e responsabile tecnico della Rappresentativa di pallanuoto del Comitato.
Una nota particolare va anche ai giovanissimi delle categorie del SETTORE AMATORIALE, sempre più numerosi. A Senigallia lo scorso mese di settembre alcuni di loro hanno fatto la prima esperienza con la rappresentativa di PALLANUOTO e NUOTO SINCRONIZZATO impegnati nella FINALE NAZIONALE DEL TROFEO CONI KINDER + SPORT 2017, il trofeo dedicato agli UNDER 14. Una trasferta sportiva, ma non solo, sicuramente da ricordare visto che si sono classificati all’11 posto.
In crescita è anche il SETTORE MASTER che di anno in anno vede aumentare sia il numero di praticanti, sia i risultati. Molti di loro li vediamo anche sul podio nelle più importanti manifestazioni nazionali. L’annata sportiva 2016-2017 si è conclusa con l’evento clou della stagione: i 17esimi Campionati Mondiali Master di Budapest (dal 10 al 20 agosto). Molto buono il bottino Trentino con tre medaglie conquistate da Franco Corradini (Nuotatori Trentini) nella categoria M85 in tre gare disputate: per lui una medaglia d’argento nei 50 rana e due di bronzo nei 100 rana e nei 200 rana.

Quella della Festa del Nuoto è stata anche l’occasione per ricordare SILVANO DANIELI e SAVERIA DELLAI AOR due grandi atleti trentini che sono mancati quest’anno: SILVANO, presidente onorario della società Nuotatori Trentini, è stato pioniere del nuoto trentino, con più di 80 anni trascorsi in vasca, un grande uomo di sport a tutti i livelli. Come atleta nelle categorie Master è stato pluriprimatista italiano e campione del mondo, oltre che primatista europeo. SAVERIA già campionessa italiana nel 1946 è stata la storica allenatrice dei tuffi trentini con la Buonconsiglio Nuoto. Ha trasmesso la sua passione prima alla figlia Giuliana, poi a Francesca Dallapè, che è stata sua allieva e che è arrivata fino alle Olimpiadi.

I TESSERATI
Il Nuoto Trentino vanta numeri importanti: sono oltre 13.000 i tesserati a livello provinciale (1.517 agonisti, 173 master, 2.192 Amatori, 5.888 Allievi delle Scuole Nuoto Federali, 248 dirigenti, 42 giudici, 1.018 (tecnici, allenatori, docenti regionali), 1.931 gli assistenti bagnanti e 32 gli Allenatori di Nuoto e Nuoto per Salvamento. Non dobbiamo inoltre dimenticare la marea di ragazzi che, tramite i corsi di nuoto effettuati dalle Scuole Nuoto Federali delle nostre Società, rendono il Nuoto la disciplina sportiva più praticata in Italia ed anche nella nostra Provincia.

PROGETTO di QUALIFICAZIONE GIOVANILE
L’abbandono dell’attività man mano che aumenta l’impegno scolastico e quello agonistico è una delle problematiche più sentite in tutti gli sport. Succede anche nel Nuoto quando gli Atleti non sono più in grado di trovare quelle motivazioni e stimoli necessari al proseguimento dell’attività. Tramite il Progetto di Qualificazione Giovanile e Talenti Trentini, cerchiamo di trovare una soluzione che possa essere loro di stimolo e di supporto alle Società con l’ausilio di un’apposita Commissione. Queste attività convergono sul Centro Federale Regionale di Rovereto dove vengono ospitati i nostri raduni e quelli della Nazionale Giovanile (e per questo dobbiamo ringraziare la 2001 Team che ci ospita). Inoltre per sopperire alla carenza della piscina olimpica coperta le trasferte delle nostre Rappresentative continueranno essere indirizzate ad importanti manifestazioni nazionali in vasca da 50 metri.
Proseguiremo inoltre a segnalare alle rispettive scuole i nostri migliori atleti affinché siano facilitati nel far coincidere attività sportiva e percorso scolastico, anche grazie al supporto di un Tutor.


FORMAZIONE
Il Comitato Trentino si occupa anche di formazione. Siamo la provincia con il maggior numero di Tecnici in rapporto alla popolazione.
Continua inoltre la collaborazione con l’Istituto De Carneri di Civezzano per la formazione di operatori turistico-sportivi e con vari Licei di Trento, Mezzolombardo e della Val di Non.


SALVAMENTO
ll Comitato Trentino è anche un esempio virtuoso a livello nazionale per il SALVAMENTO e i numeri lo confermano: su oltre 13.000 tesserati sono 1.931 gli assistenti bagnanti e 32 gli Allenatori di Nuoto e Nuoto per Salvamento. Cifre davvero convincenti, a maggior ragione se rapportate alla popolazione, tanto da ottenere il riconoscimento della Federazione Italiana Nuoto per il maggior numero di prime concessioni (rilascio dei brevetti) e convalide (rinnovo dei brevetti). Per questo motivo il Comitato ha ricevuto un importante riconoscimento in occasione dell’incontro annuale che si è svolto al Centro Federale di Ostia, sabato 20 e domenica 21 gennaio, al quale hanno partecipato tutti i Coordinatori regionali e locali della Sezione Salvamento della FIN.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Comitato Trentino Federazione Italiana Nuoto
Via della Malpensada, 84 - 38123 Trento | Tel. 0461.231456 | email: fin@fintrentino.it
C.F. 05284670584 - P.I. 01384031009 - Reg. Persone Giuridiche n. 19/01 - Iscritta al Registro della Protezione Civile